Azienda Agricola Collina dei Poeti

Via Gavina, 97 Santarcangelo di Romagna Rimini

Tel. +39 0541 620042

FB TW IG

#collina_dei_poeti

vino e non solo...

COLLINA DEI POETI

La Collina dei Poeti è un’azienda agricola sita sulla collina di Spinalbeto, alle porte di Santarcangelo di Romagna, nell’immediato entroterra riminese.
La collina di Spinalbeto è un luogo ameno, ricco di storia e di cultura ove l’ospitalità tipica della gente di Romagna è in perfetta sintonia con l’armonia delle sue colline, dei vigneti e degli uliveti.
Qui si può passeggiare su leggeri pendii godendo di una vista mozzafiato e di profumi inebrianti in tutte le stagioni. Sensazioni uniche che nel passato hanno ispirato letterati, poeti, storici e politici come il principe Volkonsky, lo storico Benedetto Croce e Gioacchino Volpe.
L’azienda nasce con l’acquisizione della tenuta Volpe e con la volontà di valorizzare un luogo unico dove storia, poesia e tradizioni contadine sono ben radicate. L’amore per la natura e il legame dei proprietari al proprio territorio hanno acceso l’idea di riportare agli antichi splendori questo luogo caratterizzato da alberi secolari, cipressi, ippocastani, pini argentati e gelsi, sparsi un po’ ovunque.
Il “Viale dell’Amore” è sicuramente il posto più suggestivo della collina.
Si tratta di un viale fiancheggiato da due file di gelsi che producono ottime more. L’albero, chiamato “il moro” per i suoi frutti, in dialetto Santarcangiolese è detto “l’amour”. Da qui “Viale dei mori” che, per assonanza dialettale, è divenuto Viale dell’Amore.
Vista la passione e l’amore per questa terra, ma anche per rimarcare il legame fra la Romagna e il Sangiovese, nel 2005 sono stati piantati tre ettari di vigneto, impreziosendo il paesaggio di queste dolci colline. I vigneti sono curati per produrre uve di ottima qualità, limitando al massimo le rese. La vendemmia avviene in diversi momenti sulla base della giusta maturazione di ogni singolo clone di Sangiovese. La raccolta è completamente manuale in piccole cassette, nel rispetto dell’integrità delle uve. In cantina queste sono lavorate e affinate in vasche di acciaio inox a temperatura controllata e solo la Riserva riposa in grandi botti di rovere.
Al centro della tenuta le nuove strutture sorgono, come da tradizione, attorno all’aia:la vendita diretta con una sala polivalente che funge sia per accoglienza turistica che per eventuali meeting, seminari e riunioni; la sala degustazione utilizzata per la preparazione delle degustazioni dei nostri vini abbinati ai prodotti tipici locali a chilometri zero. La foresteria, un ambiente intimo composto da una grande sala con camino, area predisposta alla preparazione e somministrazione delle degustazioni dei prodotti dell’azienda e ambienti a vista sui nostri vigneti.
La cantina interrata, che vanta attrezzature moderne per la produzione di grandi vini.
I rimanenti terreni dell’azienda sono coltivati a uliveto, ortaggi e alberi da frutto.
L’uliveta, di circa 3 ettari, vede allevate le migliori varietà per la produzione di olio extra vergine di oliva: frantoio, moraiolo, leccino, correggiolo.
Nel frutteto si trovano i frutti quasi dimenticati dell’antico pomario italiano e le antiche varietà di mele e pere a rischio d’estinzione, i frutti rustici e spontanei come le corbezzole e le cotogne.
Dall’orto infine provengono tutti gli ortaggi di stagione utilizzati per le nostre degustazioni. Il tutto a chilometri zero.
L’azienda è aperta per coloro che vogliano visitare la villa storica, il parco privato, i vigneti e la cantina per terminare con la degustazione dei nostri vini abbinati ai migliori prodotti locali.
Inoltre, è possibile utilizzare le nostre diverse location per usi privati quali matrimoni, feste di compleanno, battesimi, comunioni, cresime, cene aziendali, convegni.

Santarcangelo, un pò di storia...

Santarcangelo è un borgo medioevale che ha conservato intatto durante i secoli il suo fascino antico. Posto sulla colle Giove, la sua storia ha radici antichissime, e vede nella famiglia Malatesta, la dinastia che portò alla costruzione della roccaforte. I Malatesta vi regnarono fino al 1462. Dal 1863 Santarcangelo di Romagna si fregia del titolo di città. Vi sono nati, tra gli altri, il pittore Guido Cagnacci, il poeta Tonino Guerra, l’attore Paolo Carlini e vi dimorò per lungo tempo lo storico Gioacchino Volpe, nella tenuta di Spinalbeto.

Santarcangelo città ricca di eventi e manifestazioni fra le quali il Festival Internazionale del Teatro in Piazza che quest’anno celebra la quarantaduesima edizione. Al quale la Collina dei Poeti nell’anno 2010 ha dedicato il suo primo Sangiovese DOC – TEATRO 40 in occasione della quarantesima edizione del festival.